Come coltivare lo zenzero sul balcone di casa

Come coltivare lo zenzero sul balcone di casa

Lo zenzero, conosciuto anche con il nome inglese Ginger, è un alimento dalle enormi virtù benefiche. Infatti fin dall’antichità sono note le sue proprietà curative, culinarie e afrodisiache.

Difatti lo zenzero, ancora oggi, è usato per combattere la nausea, il mal di stomaco e di recente è stato scoperto che questa pianta ha anche proprietà antitumorali.

Oltreché è una radice molto usata in cucina (la si può trovare fresca, essiccata, in polvere, cristallizzata) e non solo. Lo zenzero ha virtù afrodisiache, riconosciute già in epoca passata dalla medicina araba e dalla farmacopea cinese.

E allora perché non coltivarlo in giardino, sul balcone, sul davanzale di una finestra? È davvero facile e ti darà parecchie soddisfazioni e benefici. Ecco come coltivarlo in casa in 5 step.
Innanzitutto per coltivare lo zenzero è necessario comprare la parte che dà origine alla coltivazione, cioè il rizoma (la maggior parte delle persone lo chiama, sbagliando, radice). Ma devi essere molto attenta all’atto dell’ acquisto.

Lo zenzero deve avere quattro caratteristiche: deve essere fresco, corposo, sodo e privo di muffa. In caso contrario c’è la possibilità che, con una radice molle o ammuffita, la pianta di zenzero non si sviluppi.

Continua
Fatta questa importante precisazione, questo è ciò che ti serve per coltivare lo zenzero in casa:

1 pezzo di zenzero fresco: è preferibile che si vedano i germogli (anche piccoli);
1 vaso, abbastanza largo, di almeno 40 cm di profondità più largo possibile;
fertilizzante o humus di lombrico;
3 parti di terriccio ecologico
Dopodiché prendi lo zenzero e mettilo in ammollo in acqua tiepida per tutta la notte, (va benissimo anche una pentola), dopodiché riempi il vaso scelto con una parte di humus o fertilizzante, più tre parti di terriccio, in un luogo possibilmente arieggiato.

Vedi Anche  5 modi naturali e veloci per eliminare le formiche in casa

Continua
A questo punto metti lo zenzero, con la maggior parte di germogli, verso l’alto e ricopri con altro terriccio. Poi inumidisci la terra e colloca il vaso in un luogo caldo, ma non troppo. (Altrimenti rischi di seccarlo) e la terra deve essere sempre umida.

Lo zenzero non dovrà mai trovarsi sotto i 10°C di temperatura e all’inizio, in fase di crescita, la pianta, avrà bisogno di pochissima luce.

Continua

Se segui attentamente questi 5 step i risultati si vedranno già dopo tre o quattro mesi dalla semina, stando attenta a non tagliare troppo la pianta in crescita.

Piccola curiosità: lo zenzero migliore è quello che cresce sotto terra almeno per otto mesi. Se avrai pazienza e buona volontà potrai avere la tua scorta di zenzero sempre a portata di mano. Buona coltivazione!

Chiudi il menu