Quando non si ha la possibilità di organizzare una ristrutturazione edile in una casa, si cerca quantomeno di darle, regolarmente, un aspetto più organizzato e pulito. Rinfrescare le pareti con una passata di intonaco è il minimo che si possa fare, quando si ha voglia di rimodernare gli ambienti rendendoli anche più nuovi. C’è un piccolo problema, però, che se non si opera radicalmente aprendo le cosiddette tracce nel muro, difficilmente può essere risolto: stiamo parlando dei fili elettrici di una casa, che scendano dalla tv, dal computer, dal telefono, ecc.

Quando si decide di aprire le tracce nel muro, si organizzano anche le prese elettriche al fine di posizionarle vicino agli elettrodomestici fissi, come lavatrice, televisore, computer, telefono. Non sempre, però, si ha la possibilità di realizzare una simile ristrutturazione, che comunque uno stravolgimento generale dell’impianto elettrico. Ecco che allora possiamo intervenire con qualche piccolo trucchetto, che possa permetterci di dare, come dire, un impatto più estetico alla casa, cercando di nascondere gli antiestetici fili elettrici.

Come si può fare? Anzitutto in commercio esistono le famose canaline per fili elettrici, ossia delle strutture in plastica che, se sistemate con cognizione di causa, possono essere usate anche come elemento di design (vedi foto a lato): il contrasto di colori, un accessorio che non nasconde ma che mette in risalto, il giusto criterio organizzativo nel sistemarle. Insomma, per ogni problema, c’è sempre la soluzione, basta saperla ottimizzare per quanto si possa spendere.

Esistono anche delle soluzioni di design, più o meno creative, che possono permetterti di nascondere i fili elettrici in modo divertente ed originale, in questo il web è una vera fonte di ispirazione. La maggior parte delle soluzioni offerte, e questo è da sottolineare, realizzano strutture lungo i battiscopa, questo perché generalmente gli impianti elettrici sono “a pioggia”, quindi corrono lungo le pareti della casa, ma anche perché è il modo più veloce per raccoglierei fili della corrente.

La fantasia nel fai-da-te non deve conoscere alcun limite.